BlogLe nostre birreL’Indian Pale Ale (IPA) di TreeBale

10 Ottobre 2019by Stefano Delleani0

Con il boom delle birre artigianali, questo è forse il nome che è emerso di più rispetto a tutti gli altri stili. Come mai? E cosa centra l’India? Le risposte in questo articolo.

Lo stile e l’origine

Come ci suggerisce il nome, questa birra rientra nella grande famiglia delle Pale Ale inglesi. Generalmente però queste birre sono più chiare, alcoliche ed amare delle classiche Pale Ale, almeno storicamente.
Le sue caratteristiche derivano dall’Inghilterra del periodo coloniale (1800 circa) e dalla necessità di trasportare la birra per lunghi viaggi fino alle Indie. Fortunatamente erano già state scoperte le proprietà conservative naturali del luppolo che, in dosi più abbondanti, permisero alla birra di raggiungere la destinazione in buono stato. Il grado alcolico più alto è anch’esso collegato alle maggiori possibilità di conservarvazione. Ecco spiegato il nome Indian Pale Ale e il gusto decisamente più amaro di queste birre. O almeno come ci racconta il mito…

La storia di un lungo viaggio in mare
Uno stile inglese sempre più diffuso

Come mai sono così richieste?

Barista: ancora una !

Qui non possiamo che rispondere con un parere personale. Le Ipa sono birre molto particolari per chi non è solito bere birra.

Il grado alcolico più deciso e il gusto amaro intenso possono far sì che ci voglia del tempo per riuscire ad apprezzarle: un po’ come quando si è bambini e si assaggia per la prima volta la birra o il caffè, difficile che piaccia da subito. Ma superato il primo step non si riesce più a farne a meno. I luppoli infatti stanno al birraio come i colori stanno al pittore e con essi si possono creare una miriade di sfumature di sapori ed aromi in grado di rendere la birra unica rendendo percepibili frutti tropicali, agrumi, resine, pino, erbaceo, fiori di campo, spezie e altro ancora.

In conclusione: perché sono così richieste? Perchè può essere una bella sfida per un palato esperto ricercare quale profilo sensoriale emerge, oppure perchè piace particolarmente il gusto più o meno amaro o semplicemente perché fa figo prendere una birra così particolare che ultimamente ha creato attorno a sé una sorta di moda. E voi che ne pensate?

 

L’Indian Pale Ale (IPA) di TreeBALE

Indian Pale Ale di TreeBale fotografata in Parco Dora (TO)

La caretteristica prevalente di questa birra è l’uso di luppoli americani in bollitura e in dry hopping.

Perchè la scelta di usare luppoli americani? Perchè agli americani piace molto sperimentare e, partendo da una tradizione birraia forte come quella inglese, hanno coltivato dei luppi estremamente variegati ed interessanti. Provare per credere sostiene il nostro birraio !

Dal punto di vista strettamente stilistico quindi, la nostra ipa si può definire un’american ipa. La luppolatura intensa gli conferisce un sapore decisamente amaro ma con con un piacevole profumo di frutta tropicale. Un leggero sapore di malto anticipa il finale secco e dalla delicata nota alcolica. Uno stile amaro, profumato ed estremamente dissetante si nasconde dietro questa birra chiara e dall’aroma esotico.

Dove trovi la nostra IPA TreeBALE?

La nostra birra artigianale la trovi nella nostra sede a Giaveno (TO), oppure grazie ai nostri rivenditori nella sezione dedicata alla TreeBù in Locali e Ristoranti, o ancora venendoci a trovare in fiera seguendo i nostri spostamenti su FB (Birrificio Gravità Zero) e Istagram (@treebale)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *