Il Servizio TreeBALE – La Schiuma – LUGLIO

Quarta ed ultima rubrica di luglio, Il servizio TreeBALE. Come va bevuta una birra?

La Schiuma della Birra

Pilsner con cappello di schiuma

Pilsner con cappello di schiuma

Spillare una birra artigianale è una vera e propria forma d’arte! Per gustarla al meglio occorre seguire le corrette pratiche di preparazione al consumo, un po’ come succede con il vino. L’importanza di conservare e servire una birra nel modo corretto non è trascurabile, seguendo pochi consigli si può far esprimere pienamente ogni potenziale delle birre, in particolar modo delle birre artigianali.

Innanzitutto occorre distinguere:

  1. La Mescita – Questa parola, che in sé non esprime del tutto il piacere che in realtà ne deriva, è solitamente utilizzata per il vino e significa semplicemente “versare nel bicchiere” nel caso in cui la bevanda provenga da una bottiglia.
  2. La Spillatura –  Parola decisamente più conosciuta e si usa per indicare il servizio effettuato da un impianto alla spina (a fusto o a pompa) o da una botticella (a caduta).

In entrambi i casi il principio che guiderà il nostro servizio sarà la ricerca del giusto rapporto birra-schiuma che in parte dipende da chi la serve, ma soprattutto dal corretto processo di produzione del mastro birraio.

Sfatiamo subito un mito, la schiuma non è un optional, serve ed ha un’utilità ben precisa! Quindi evitiamo di chiedere al barista meno schiuma, non sarà quel dito di birra in più a evitarvi un colossale 2 di Picche della ragazza più bella del locale e neanche quel dito di birra in meno che vi rovinerà la serata.

Un Birra senza schiuma, specialmente per le artigianali, è come un’auto nuova che profuma di usato, un libro nuovo che sa di vecchio. La schiuma esalta le caratteristiche, è il primo incontro al buio con la tua nuova fiamma. Inoltre permette di liberare la birra dalla carbonazione che sarebbe altrimenti in eccesso al momento del primo “bacio”.

Pilsner in Calice a Tulipano

Pilsner in Calice a Tulipano

Dalla schiuma della birra possiamo capire molte cose, anche solo guardandola. Per alcune tipologie la mancanza di schiuma può essere un difetto o una caratteristica positiva. Alcuni stili birrari vengono infatti confezionati “piatti” per volontà del birraio (per esempio gli stili Inglesi). Ma possono esserci anche fattori esterni nemici della schiuma come il grado alcolico o la temperatura alla quale viene servita. Inoltre possono influire anche fattori come la presenza di residui invisibili di sapone nel bicchiere, l’utilizzo di alcune tipologie di rossetto o lucida labbra o il solo fatto di mangiare contemporaneamente dei cibi ricchi di grasso, infatti se ci sono residui di olio sulle vostre labbra la schiuma tenderà a sparire più velocemente.

In altri casi, all’opposto, l’eccesso di schiuma viene chiamato “gushing”. Questo effetto “geyser” si ha nel momento in cui si stappa una bottiglia che contiene un’eccessiva quantità di anidride carbonica ed è dovuto probabilmente a causa di un confezionamento precoce a fermentazione non ancora completata o dalla presenza di residui eccessivi di luppolo. In casi estremi potrebbe essere dovuto dalla presenza di contaminazioni nella birra.

In generale soprattutto negli stili Belgi e Tedeschi, una schiuma fine, persistente ed abbondante oltre che essere un piacere per gli occhi è un buon segnale sul buon esito di tutte le fasi produttive della birra. I fattori che determinano la quantità e la qualità finale della schiuma possono comunque essere molteplici e ricercati dal birraio stesso attraverso l’utilizzo, anche in piccola quantità, di cereali non maltati, ricchi di proteine, o attraverso l’utilizzo abbondante di luppolo, vedi l’American Pale Ale o l’Indian Pale Ale (avremo una schiuma in presenza magari non troppo abbondante ma molto densa, quasi pannosa).

Pilsner Treebale (Anderground Festival – Balangero)

Concludo col dirvi che quella schiuma, che voi non apprezzate è invece un presidio naturale! Non l’ha inventata l’uomo, quindi dovete fidarvi, mai sfidare Madre Natura! La schiuma proteggerà al posto vostro la  birra dai rapidi fenomeni d’ossidazione che si attivano a contatto con l’aria e vi permetterà di gustarvela senza fretta alcuna. Soprattutto d’estate infatti, se la temperatura esterna è alta, la birra senza schiuma tenderebbe a sprigionare gli odori e gli aromi più velocemente e voi vi ritrovereste in poco tempo a sorseggiare una bevanda dal sapore e dall’odore simile ad un “Thé alla Pesca leggermente frizzante”.

 

 

 

Come servire la Pilsner TreeBALE

Non dimentichiamo che questo è il mese della nostra Pilsner TreeBALE, come servire al meglio la nobile Pilsner Urquell?

Bicchiere: 

Pilsner Glass

Pilsner Glass

Il Pilsner tapered glass ( Pilsner Glass)

In Bottiglia:

Come versare la birra (con schiuma) a casa:

  1. Prendere una Pilsner TreeBALE bella fresca.
  2. Utilizzare un Calice a Tulipano (ideale per degustare al meglio la birra) o un bicchiere da vino. Attenzione: Tu! Intenditore di Vini del Sabato Sera! Resisti alla tentazione di far roteare la birra in un bicchiere di vino, appiattirà tutti i gusti e gli odori”
  3. Assicurati che il tuo bicchiere sia asciutto e leggermente freddo e che la birra sia fresca (non ghiacciata, tra i 5 e 9 gradi, 25 minuti di frigorifero possono bastare).
  4. Versare a 45 gradi con vigore.
  5. Se non esce schiuma (due dita almeno), prova a far roteare la birra nella bottiglia prima di versarla (sarebbe un po’come barare ma otterresti il risultato cercato).

Alla Spina:

In questo caso potete utilizzare il classico bicchiere alto e stretto, ma consigliamo comunque un calice a tulipano anche per facilitare i prossimi passaggi.  Aprire leggermente il rubinetto tenendo in bicchiere più basso rispetto la spilla, per creare un tappo di schiuma. Dopo qualche secondo, aprire completamente il rubinetto immergendo la testa della spilla al di sotto del tappo di schiuma, come da tradizione, con un angolo di 45 gradi, questo permetterà di non ossidare e contaminare così il meno possibile la vostra Pilsner. Nel caso decidiate di usare il classico bicchiere “Pilsner glass“sappiate che la forma stretta ha la stessa funzione di prevenzione dell’ossidazione della birra, ma ricordatevi di partire a spillare creando un principio di schiuma.

Ansiosi di mettere alla prova i nostri consigli?

Sul nostro nuovo beer shop online trovi tutto il necessario!

Birre Artigianali

Arrivederci alla prossima settimana per scoprire quale sarà la birra del mese di Agosto! Prova ad indovinare! Commenta qui sotto con la tua candidata e controlla tutti i nostri social, Instagram @treebale e Facebook Birrificio Gravità Zero, potresti trovare degli indizi!

Posted in Blog, Il Servizio TreeBALE and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *